Perché e come avere un sito web responsive PolyPlus Lab Lugano

Perché e come avere un sito web responsive

Ammettiamolo, ormai siamo diventati troppo pigri anche per navigare su internet con un computer desktop. Sempre più spesso preferiamo la praticità e la comodità del nostro smartphone per prenotare viaggi, fare acquisti su siti e-commerce, leggere articoli e news. Averlo sempre con noi è uno stimolo all’utilizzo quotidiano di internet e un buon imprenditore deve tener conto dei cambiamenti nelle abitudini dei consumatori. Internet passa sempre più attraverso i dispositivi mobili, ecco perché ti serve un sito web responsive.

Cosa intendiamo per dispositivi mobili?

Quando parliamo di dispositivi mobili bisogna precisare che non intendiamo solo cellulari o smartphone.
Possiamo infatti includere tutti i dispositivi che hanno uno schermo di dimensioni ridotte o con proporzioni non comuni come tablet e particolari laptop convertibili.

Come sono cambiati i siti web per il mobile

Molti infatti costruivano siti sicuramente belli e accattivanti ma adatti ad essere navigati da uno schermo grande, che da mobile diventavano inutilizzabili. Si è capita l’importanza di stare al passo con la tecnologia e la prima reazione è stata quella di creare per ogni sito due versioni: una tradizionale e una specificamente progettata per dispositivi mobili cioè con menù più semplici da utilizzare con il touchscreen, testi meno fitti e più grandi e via discorrendo. Questa soluzione ha un lato negativo: si creano di fatto due siti completamente distinti, cosa che crea problemi all’indicizzazione sui motori di ricerca come Google.

Fortunatamente gli sviluppatori hanno un nuovo sistema e una nuova filosofia per rendere fruibili i siti web da tutti i dispositivi: il web responsive.

Facciamola semplice: cosa significa sito web responsive?

Ovviamente un sito responsive non è una versione del sito separata e progettata per i dispositivi mobili. E in effetti è più corretto parlare di design o progettazione responsive. Un sito web responsive è in grado di cambiare la propria forma, adattandosi come una maglietta elastica alla risoluzione e alla forma dello schermo su cui viene visualizzato, senza però cambiare la sostanza e quindi i contenuti delle pagine.

Ma come funziona la progettazione responsive?

È più semplice di quanto sembri. Gli elementi che compongono ogni pagina web (intestazione, logo, blocchi di testo, immagini) in un sito responsive si spostano al cambiare della risoluzione e della forma dello schermo.

Per vedere il design responsive all’opera puoi ridimensionare la finestra del browser proprio ora! Noterai che ingrandendo o rimpicciolendo questa finestra gli elementi del nostro sito si adattano per rimanere leggibili.

Non c’è da stupirsi quindi che se si visita un sito responsive dallo smartphone, alcuni elementi che da pc sono allineati orizzontalmente siano allineati verticalmente. Questo serve per mantenere la migliore leggibilità senza costringere il navigatore a zoomare. È anche possibile che qualche elemento sparisca: chi naviga da mobile di solito è vuole trovare subito quello che cerca senza perdere perdere tempo con contenuti non essenziali.

Cosa cambia per chi vuole un sito?

Per uno sviluppatore web, responsive significa studiare la grafica e l’interazione utente di tanti layout, uno per ogni variante di schermo possibile, verificando che la leggibilità e la navigazione siano le migliori possibili in tutti i casi.

È per questo motivo che di solito un sito con design responsive costa di più: ogni elemento deve essere tenuto sotto controllo in tutte le sue possibili trasformazioni e questo richiede più tempo. Può sembrare uno spreco dedicare così tanto impegno solo alla navigazione di un sito da mobile ma la tendenza è proprio questa: il mobile ha ormai superato per molti siti la visualizzazione da desktop. C’è solo da guadagnarci.

Per questo motivo noi di PolyPlus Lab non sottovalutiamo la navigabilità dei nostri siti da dispositivi mobili e ci impegniamo perché tu abbia il Sito Web Strategico che fa per te e la tua azienda.

PolyBlog Polyplus Lab Lugano